E ora Fontana ci racconta il “manico” dei campioni

Tempo di lettura: < 1 minuto

Ognuno ha il proprio stile: rabbioso quello di Van der Poel e Flueckiger “innovativo” quello di Koretzky e Blevins, pulito quello di Pidcock e… irripetibile quello di Schurter, per certi versi il più grande anche sotto questo punto di vista Avancini e Cink, invece, sono più rigidi e pagano dazio. E tanto altro ancora come ad esempio la distinzione tra old e new school: la conoscete?