Specialized S-Works Romin Evo Mirror: una sella realizzata con stampa 3D

Ecco in foto la sella ultra-tecnologica Romin Mirror S-Works di Specialized
Tempo di lettura: 2 minuti

Body Geometry è la filosofia di Specialized attraverso la quale il colosso di Morgan Hill insegue il perfezionamento di ogni accessorio per rendere la pedalata più efficiente e al tempo stesso confortevole.

Oggi ci occupiamo di una parte anatomica molto delicata: il fondoschiena. Con essa parleremo delle selle che lo devono accogliere e in particolare di un prodotto molto speciale: la sella S-Works Romin Evo con tecnologia Mirror che favorisce il flusso sanguigno riducendo la pressione sui tessuti molli.

La tecnologia Mirror

Il concetto che sta alla base della tecnologia Mirror è semplice e geniale al tempo stesso. Mirror significa specchio e la stampa 3D di polimeri liquidi avviene tenendo conto di un concetto base: specchiare l’anatomia del nostro corpo per riprodurre un oggetto, in questo caso una sella, che si conformi perfettamente al nostro profilo anatomico.

La struttura a nidi d’ape

La sella è composta da una struttura a nido d’ape che permette di suddividerla in tante microzone. Attraverso questa “parzializzazione” della superficie d’appoggio Specialized è riuscita a creare tanti micro-alloggiamenti per i nostri glutei, che in questo modo non risentono della pressione dovuta alla tensione superficiale di cui un materiale tradizionale sarebbe provvisto.

Con i materiali tradizionali non si ottiene questo effetto super-comfort

Se prendiamo, ad esempio, la schiuma espansa ci accorgiamo che possiede una superficie più compatta e meno deformabile localmente e quindi il nostro gluteo anziché trovare una serie di micro-alloggiamenti dove riprodurre la sua conformazione naturale deve essere, inevitabilmente, sottoposto ad adattamenti che ne alterano la morfologia di base.

Panchina contro poltrona

Per riuscire a comprendere provate ad immaginare la differenza tra sedersi su un asse di legno e sedersi su una superficie che si deforma seguendo il nostro profilo anatomico. Nel primo caso la rigidità del materiale restituisce una pressione uguale e contraria, nel secondo distribuisce la pressione in tante piccole zone rendendo la seduta comoda.

Questa conformazione della S-Works Romin Evo Mirror, inoltre, fornisce un appoggio corretto e confortevole alle tuberosità ischiatiche.

Le scanalature Body Geometry

La scanalatura Body Geometry presente sulla sella, inoltre, ottimizza il flusso sanguigno e favorisce il comfort in posizione aerodinamica. Lo scafo concavo in fibra di carbonio FACT ha permesso di creare uno strato Mirror alto, una matrice di 22.200 montanti e 10.700 nodi. Con le molle oversize in carbonio, si ottiene una sella progettata per prestazioni di alto livello.

Struttura della sella in sintesi

  • Realizzazione brevettata Body Geometry, test medici effettuati in laboratorio per verificare il corretto flusso sanguigno
  • Con la tecnologia Mirror, attraverso la stampa in 3D di polimeri liquidi, si crea una struttura a nido d’ape unica, che fornisce un supporto corretto alle tuberosità ischiatiche.
  • Scafo concavo in fibra di carbonio FACT™ realizzato per offrire supporto e flessibilità.
  • Molle oversize in fibra di carbonio FACT™.
  • Compatibilità dispositivi SWAT™
  • Le molle oversize 7x9mm non sono compatibili con i morsetti dei reggisella con apertura laterale predisposti per molle tonde di 7mm.
  • Peso indicativo mis. 143mm 190g
  • Peso indicativo mis. 155mm 198g

Quanto costa la Specialized S-Works Romin Evo Mirror? Qui il prezzo non è certamente dei più bassi, ma l’impegno e la tecnologia che consentono di ottenere un accessorio così pregiato si pagano. La sella è offerta al pubblico ad un prezzo di 469 euro Iva inclusa.

Per ulteriori informazioni, www.specialized.com