Merida One-Sixty Fr per dominare i bike park

Tempo di lettura: 4 minuti

L’aumento dei bike park in tutto il mondo ha determinato un grande cambiamento nello stile di molti rider, aiutandoli a spingere i propri limiti più in là di quanto ci si potesse immaginare solo pochi anni fa. Ciò significa che ci sono molti sentieri artificiali con un discreto livello di difficoltà che richiedono una bici con caratteristiche per le quali una “semplice” proposta downhill non sarebbe abbastanza reattiva per fare un salto e mettersi realmente in gioco. I bike park, infatti, spesso presentano salti che dieci anni fa si sarebbero visti solo in gare di freeride e slopestyle di livello mondiale, ma che ora sono comuni in tutto il mondo e richiedono una bici in grado di calare grandi colpi.

Il bike park è l’habitat naturale della nuova One-Sixty FR: il telaio robusto e un disegno che la rende stabile e reattiva la rendono la scelta ideale per i biker che continuano a fare giri fino a quando la luce si affievolisce, ma resta anche un’ottima soluzione per chi vuole affrontare le discese più impegnative senza dover ricorrere a una bici da downhill. Ma la nuova proposta Merida attrarrà anche coloro che non intendono investire il budget di una bici da enduro di lusso o non vogliono i compromessi che derivano da una bici progettata per gareggiare contro il tempo, sia che si tratti di enduro che di downhill.

La nuova One-Sixty FR sfrutta la collaudata tecnologia del telaio LITE in alluminio della gamma One-Sixty di Merida, ma con alcune modifiche fondamentali. L’aumento dell’escursione anteriore, gli ammortizzatori a molle elicoidali e una configurazione di ruote miste “mullet” attorno al robusto telaio in alluminio e a un sistema di sospensioni ottimizzato fanno sì che sia costruita per durare nel tempo. La One-Sixty FR, infatti, si concentra sulle massime prestazioni delle sospensioni e dei freni piuttosto che sulla riduzione dei grammi.

Il telaio è dotato di tecnologia di sospensione P-FLEX, che elimina il perno del reggisella per ridurre il peso e la manutenzione. La parte posteriore si affida alla sospensione cinematica FAST che offre 171 mm di escursione morbida e controllata che forma una coppia perfetta con l’ammortizzatore posteriore a spirale. Il passaggio a un ammortizzatore lineare a molla elicoidale, anziché agli ammortizzatori ad aria montati sui modelli One-Sixty, funziona molto bene con il cinematismo FAST in questa applicazione: l’escursione iniziale più morbida offre un’eccellente tenuta sui piccoli ostacoli, la curva progressiva fornisce supporto durante la corsa per affrontare curve e salti, mentre il finale di corsa altamente progressivo resiste alle forze di bottom-out.

Il telaio One-Sixty LITE, inoltre, è stato testato nelle condizioni estreme di utilizzo dopo aver superato i collaudi nei rinomati laboratori dello Zelder Institute di Zurigo, dove il design dei foderi flessibili P-FLEX ha superato a pieni voti anche i più difficili test di fatica. Ecco perché Merida assegna al telaio una garanzia di cinque anni dall’acquisto per la categoria d’uso più dura, la Categoria 5.

Dal punto di vista delle specifiche della One-Sixty FR, si è cercato di offrire un pacchetto di grande valore, ma che privilegiasse la qualità dei componenti delle sospensioni e dei freni rispetto alla trasmissione, perché sono questi a fare la vera differenza nei trail. Deragliatori, catene e cassette si usurano o si danneggiano, ma freni e sospensioni di alta qualità dureranno per tutta la vita della bicicletta e avranno un enorme impatto positivo sulla guida. Questo significa freni a quattro pistoncini con un grande rotore da 220 mm all’anteriore per una frenata potente e costante, forcelle regolabili e ammortizzatori elicoidali di alta gamma su tutti i modelli.

Merida ha anche fatto in modo che le gomme di serie siano tutelate dai rischi disseminati sui sentieri, con pneumatici Continental a doppia carcassa/downhill e tubeless ready di serie. Lo stesso vale per il set di ruote, che viene preso di mira ogni volta che la bici si trova sul sentiero.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Collaudato telaio in alluminio LITE di One-Sixty
  • Ruota anteriore da 29″ per prestazioni di ribaltamento e ruota posteriore da 27,5″ per una maneggevolezza agile
  • Escursione della ruota posteriore con molle elicoidali da 171 mm e della ruota anteriore da 180 mm
  • Attenzione alla qualità dei componenti delle sospensioni e della frenata
  • Sistema di sospensioni cinematiche FAST per una maggiore progressione all’aumentare delle dimensioni del telaio
  • Dimensionamento AGILOMETRO che consente ai ciclisti di scegliere la maneggevolezza del telaio indipendentemente dalla lunghezza delle gambe
  • Freni idraulici a quattro pistoncini
  • Montanti dropper a lunga escursione
  • Montaggio del guidacatena ISCG
  • Garanzia di cinque anni per l’utilizzo più estremo in bikepark/downhill di categoria 5
    La nuova One-Sixty FR di Merida è disponibile in Italia nel modello One-Sixty FR 400, in due varianti colore – Dark strawberry e Dark silver – a un prezzo suggerito al pubblico di 2.990,00 euro.

La One-Sixty FR 400 nella colorazione dark strawberry
ONE-SIXTY FR 400:

  • Forcella SR SUNTOUR DUROLUX 38
  • Ammortizzatore DVO JADE X D3
  • Freni Tektro Gemini HD-M535 a quattro pistoncini
  • Cambio SHIMANO CUES 1×10 (cassetta 10-48) con pedivella MERIDA EXPERT TR
  • Forcellone EXPERT TR II
  • Pneumatici CONTINENTAL KRYPTOTAL
  • Cerchi MERIDA COMP TR II – predisposti per tubeless
    Per maggiori informazioni www.merida-bikes.com/it-it