Pauline Ferrand Prevot torna alla vittoria (anche se in vacanza)

Pauline Ferrand-Prevot. Foto: UCI MTB
Tempo di lettura: 2 minuti

Pauline Ferrand – Prevot non può a fare meno di vincere, neanche in vacanza. La biker francese si sta godendo gli ultimi giorni di riposo a Curaçao, un’isola caraibica olandese che si trova appena sopra al Venezuela, paradiso perfetto per tutti i ciclisti che vogliono godersi il sole e le spiagge durante i mesi invernali europei. La campionessa del mondo si trova in vacanza con il fidanzato Dylan Van Baarle (ciclista professionista anche lui e vincitore della Parigi-Roubaix nel 2022) dopo una lunghissima stagione per entrambi.

I due hanno preso parte alla Kärcher Duo Xtreme, una gara di mountain bike a coppie su un percorso di 75 chilometri. Naturalmente hanno vinto, come coppia mista, in un tempo di 3 ore e 44 minuti, più di 30 minuti meglio della seconda coppia mista arrivata al traguardo, posizionandosi sesti nella classifica generale. Davanti a loro, a prendersi la vittoria assoluta, ci ha pensato la coppia composta da Niki Terpstra (ex ciclista professionista che ha vinto, tra le altre corse, una Parigi-Roubaix ed un Giro delle Fiandre) e Barry Bakker (un ciclista del posto) che ha concluso con il tempo di 3 ore e 23 minuti con meno di 5 minuti di vantaggio sulla seconda coppia. Un ritardo così piccolo solo perché dietro di loro sono arrivati Fabio Jakobsen (campione europeo su strada nel 2022 e multivincitore di tappe ai grandi giri) e Marc de Maar (ciclista professionista olandese dal 2006 al 2018).

Pauline e Dylan sono i degni successori dei vincitori dell’anno scorso: Fabio Jakobsen e sua moglie Delore, che si trovavano a Curaçao in luna di miele. Sia Dylan che Fabio che Niki hanno partecipato anche a qualche altra gara locale, sempre in mtb, nei giorni scorsi, per questo figurano in diverse foto online pubblicate dagli altri atleti a podio, increduli di poterlo condividere con l’elite mondiale del ciclismo.

Anche se questa è solo una gara in vacanza per Pauline, il bel tempo che hanno fatto lei e il fidanzato può far ben sperare per la sua ripresa dal covid. Proprio a causa di quest’ultimo l’atleta francese non era riuscita a partecipare alle ultime gare della stagione e, soprattutto, a difendere il titolo mondiale nel gravel in Italia il 12 ottobre (conquistato dalla polacca Katarzyna Niewiadoma).