Martina Berta, Luca Braidot e Greta Seiwald fanno brillare l’azzurro alla Mediterranean Epic

Martina Berta esulta in maglia azzurra alla Mediterranean Epic (foto: Mediterranean Epic)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quattro tappe distribuite nella provincia iberica di Castellón (ESP) per una gara a tappe Hors Catégorie sfruttata dalla nazionale italiana XCO come prova di rifinitura dopo un lungo training camp di 10 giorni al quale anche Luca Braidot, Martina Berta e Greta Seiwald erano stati convocati.

Non era invece presente Maxime Marotte rimasto in Francia per unirsi in un secondo momento al training camp dei Bleus che però non avevano in programma la partecipazione all’evento in terra valenciana.

Può sembrare strano vedere la nazionale cross country partecipare ad una gara a tappe dove solitamente sono più a loro agio gli specialisti delle lunghe distanze – ha commentato Luca Braidotma sia per il particolare momento della stagione, sia per la particolarità delle tappe, questa occasione è stata molto importante per rifinire la preparazione sfruttando un clima ottimale in vista dei nostri principali impegni di stagione“.

Nonostante i chilometraggi e la presenza degli specialisti i risultati non sono tardati ad arrivare: 1 vittoria, 2 secondi e 2 terzi posti nel corso delle quattro tappe con Luca Braidot che chiude in 2ª posizione nella generale Elite Men, Martina Berta e Greta Seiwald 4ª nella generale Elite Women.

Siamo partite con l’idea di finalizzare la partecipazione alla preparazione atletica – ha commentato Martina – ben presto ci siamo resi conto che potevamo dire la nostra e l’abbiamo fatto. In tutto questo abbiamo sfruttato l’occasione anche per raccogliere più informazioni possibili sui settaggi delle nostre Santa Cruz Blur e di tutti i componenti chiave“.

Anche questa volta abbiamo brillato come team Santa Cruz FSA – ha detto Greta – abbiamo dimostrato ancora una volta il nostro affiatamento e quanto possiamo essere competitivi anche su terreni di sfida che non sono i nostri“.