Koretzky guastafeste in casa svizzera: a Lenzerheide battuti Schurter e Fluckiger

Victor Koretzky, vincitore della prova di Coppa del Mondo a Lenzerheide (foto: RedBull Content Pool)
Tempo di lettura: 2 minuti

Victor Koretzky vince la prova di Coppa del Mondo a Lenzerheide. Il francese del team BH-SR Suntour-KMC, sul tracciato svizzero si è tolto lo sfizio di battere in casa il duo elvetico composto da Nino Schurter e Mathias Fluckiger, oro e argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Sui sentieri di casa, Schurter, fresco campione olimpico, si è dimostrato sin dalle prime fasi di gara carico a mille e con le intenzioni di voler vincere a tutti i costi. Gara molto emozionante, condotta da protagonista dall’elvetico con un triello entusiasmante tra lui, Koretzky e Fluckiger. Il transalpino ha attaccato nel tratto in salita, prima nel corso del quarto giro e poi nel finale, riuscendo a vincere con una prova di grande forza e autorevolezza.

Ma se c’è un episodio-chiave, per il quale la gara di Lenzerheide verrà ricordata, questo è sicuramente e in particolare il sorpasso in perfetto stile MotoGP a opera di Nino Schurter su Mathias Fluckiger. Vicinissimo agli alberi e in un pertugio che soltanto un campionissimo come lui può leggere, trovare e inventare. Terzo per gran parte della gara, alla fine Schurter è riuscito a conquistare il secondo posto. Un rewind della mossa vista all’Izu Mtb Race di Tokyo 2020, con lo svizzero della Thomus che si fa infilare così nelle battute cruciali della corsa.

Con il terzo posto, comunque, Fluckiger si conferma al comando della classifica di Coppa del Mondo e conserva saldamente sulle sue spalle, la maglia di leader. Quarto posto per Alan Haterly e quinto per Titouan Carod.