Internazionali d’Italia #2, doppietta Wilier-Vittoria con Pedersen e Orr

Sofie Heby Pedersen all'arrivo di Esanatoglia (foto dal comunicato stampa degli Internazionali d'Italia)
Tempo di lettura: 2 minuti

Nella cornice di Esanatoglia alla seconda tappa degli Internazionali d’Italia è la Wilier-Vittoria a festeggiare con una vittoria in entrambe le gare open. Sofie Heby Pedersen prima e Cameron Orr dopo sono i vincitori di oggi dopo due gare completamene diverse.

La prova maschile è stata spettacolare con una lotta dal primo all’ultimo metro. A dettar legge per quasi tutta la gara sono stati gli attesi protagonisti di giornata: Simon Andreassen e Charlie Aldrige. I due atleti del Cannondale Factory Racing sono stati in testa dal primo all’ultimo metro ma si sono dovuti piegare allo sprint vincente di Cameron Orr. Il britannico è l’unico tra gli altri atleti che ha retto il ritmo di Andreassen e Aldrige riuscendo a rimanere con loro anche nel rettilineo finale. Il quarto, il quinto ed il sesto sono arrivati entro i sei secondi dal leader, a dimostrazione di come il vincitore di questa gara si sia deciso solo negli ultimi metri. Daniele Braidot, quarto all’arrivo, è stato il miglior italiano riuscendo a stare sempre davanti con gli altri tre, perdendoseli solo alla fine. Dietro di lui Gioele Bertolini e Filippo Agostinacchio (primo tra gli under 23), che non hanno sempre tenuto il ritmo del gruppo di testa ma sono riusciti a tenerlo sempre alla portata. Settimo Andreas Emanuele Vittone, ottavo Filippo Fontana, nono Matteo Siffredi con Alessio Agostinelli, decimo, a completare la top ten.

La prova femminile invece è stata a senso unico con Sofie Heby Pedersen che ha staccato le avversarie al primo giro. Da quel momento in poi per lei la gara è stata come una cronometro con Giorgia Marchet, seconda al traguardo con quaranta secondi di ritardo, e Lucia Bramati, terza all’arrivo e prima tra le under 23, ad inseguirla. A completare il podio allargato tipico del mondo della mountain bike Giulia Challancin e Marika Celestino.

Nella prova juniores maschile a vincere è stato Tommaso Bosio, seguito da Elia Rial e Diego Milan, dopo una gara abbastanza lottata. Dominio totale di Giada Martinoli invece nella prova femminile, l’atleta dello Scott Racing Team ha chiuso la gara con quasi tre minuti di vantaggio su Nelia Kabetaj e Myrto’ Mangiaterra.

Il prossimo appuntamento degli Internazionali d’Italia, il terzo nonché il penultimo, sarà il primo weekend di maggio (3-4-5) tra più di un mese a Rive degli Angeli – Nervesa della Battaglia.