Cadute, vittorie e sogni europei. A tu per tu con Jacopo Billi

Jacopo Billi assieme a Daniele Mensidurante l'ultima Capoliveri Legend Cup
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo un inizio di stagione sfortunato, Jacopo Billi classe 1994, è reduce dalla sua prima vittoria stagionale alla Gran Fondo Terre del Sangiovese contro atleti del calibro di Leonardo Paez (Campione del Mondo Marathon). Lo abbiamo raggiunto a quimtbmagazine.it per farci raccontare questa vittoria, i prossimi appuntamenti e gli obiettivi stagionali dell’atleta di casa Soudal Lee Cougan Racing Team.

Ciao Jacopo, sei reduce da una bella vittoria alla Gran Fondo del Sangiovese. Ti aspettavi un trionfo contro il campione del Mondo Marathon?

“La vittoria no, ma puntavo sicuramente a un podio. Devo dire che ci voleva proprio dopo un periodo non fortunato tra inconvenienti vari e qualche caduta. Quindi questa vittoria arriva al momento giusto in vista dei prossimi appuntamenti.”

Dove si è decisa la gara domenica?

Subito al primo dei due anelli da 22 km previsti. Siamo rimasti in quattro (io, il mio compagno di team Valdrighi Stefano, Paez e Arias). All’inizio del secondo anello ho sforzato ancora. Mi sentivo bene e sono rimasto solo con Arias che non ha mai mollato e nei tratti veloci ovviamente non collaborava perchè dietro Paez inseguiva a poche decine di secondi. Alla fine ci siamo giocati tutto nell’ultimo chilometro di gara con l’ingresso in centro storico a Bertinoro. Sono molto contento

E’ stata la tua prima vittoria nel 2021?

“Si è stata la prima. La prima stagionale è stata l’Orvieto Wine Marathon dove ho chiuso nono. Poi la corsa a tappe Mediterranean Epic in Spagna dove la sfortuna era sempre dietro l’angolo e infine alla Spaccapria dove ero nel drappello dei primi ma una caduta (per fortuna non grave) mi ha fatto concludere sedicesimo”

Domenica sarai alla Costa degli Etruschi Epic?

“Si, penso che saremo tutti li. Quest’anno è prova UCI Marathon quindi ci saranno anche molti stranieri. Dopo Marina di Bibbona andrò in ritiro per preparare la stagione estiva che sarà ricca di impegni. Dalla Hero Dolomites, alla Dololomiti Superbike fino l’Alta Valtellina Bike Marathon. Poi nel mezzo ci sarebbero anche gli Europei…”

Quindi un tuo obiettivo stagionale è “conquistare” una convocazione…

“Si diciamo che sarebbe molto bello portare i colori italiani all’Europeo. Anche se il livello delle Marathon in Italia è veramente alto.”

Sei Pro a tempo pieno o no?

“Al momento si. Ho conseguito una laurea triennale in scienze della comunicazione e sto continuando a studiare per laurearmi nuovamente. Ma al momento mi concentro principalmente sulla Mountain Bike. Ho un mio canale You Tube dove comunico molto con i miei followers. Magari passatemi a fare un saluto…”

Nel 2022 Jacopo Billi rimarrà alla Soudal Lee Cougan Racing Team?

“Questo è il secondo anno. Ho fatto il 2020 e adesso. Ho il contratto fino a fine anno, ma sono in un ottimo team e, come si dice in gergo ciclistico, “pedalero” al massimo per dare del mio meglio.”