Van der Poel insiste: «Forse chiudo con la strada ma non con la Mtb»

Mathieu van der Poel compirà 29 anni il 19 di questo mese
Tempo di lettura: 2 minuti

Mathieu van der Poel sta pensando di concludere anticipatamente la sua stagione su strada. Il campione del mondo ne ha parlato dopo il quarto posto nel Grand Prix de Wallonie, il 13 settembre. «Andare in giro a correre solo per il gusto di andare in giro a correre non è di grande utilità», ha detto a Het Nieuwsblad. Il corridore dell’Alpecin-Deceuninck aveva in programma nelle prossime settimane altre tre gare su strada e il test event olimpico in mountain bike. Van der Poel però a questo punto non sa se sarà presente alla partenza del SUPER 8 Classic (16 settembre), del Circuit-Franco Belge (28 settembre) e del Paris-Tours (8 ottobre).
«Non so se mi vedrete. Di per sé, penso che la Parigi-Tours sia una delle gare più belle della stagione, motivo per cui ho voluto partecipare. Ma se non miglioro, non lo so. Forse è meglio riposarsi e prepararsi per la stagione nuova. Un periodo più lungo senza gareggiare mi farà bene». Van der Poel sente sia negli allenamenti che nelle gare che le cose non vanno più così bene. «Comunque non mi aspettavo di tornare in perfetta forma. Il mondiale di mountain bike doveva essere normalmente la mia ultima gara della stagione. Poi ho cambiato idea ma è mortale che io non sia più al top della forma, sia fisicamente che mentalmente».

Su un appuntamento non c’è dubbio: Van der Poel una corsa la farà sicuramente nelle prossime settimane. «Voglio assolutamente prendere parte al test event olimpico in mountain bike. Solo per avere di nuovo il feeling con la mountain bike e perché voglio assolutamente provare il percorso dei Giochi Olimpici. Per questo ho continuato a correre su strada. Spero di poter stare un po’ meglio. Ma so già che non avrò la mia forma migliore». Il test event è in programma sabato 23 settembre (domenica 24 la prova femminile) sul nuovo percorso della collina di Elancourt, sopra Parigi.